I Valori del Club Parma Farnese

“Il Rotary è uno stile di vita. Uno stile di vita buono, naturale, completo e pieno di amicizia. Il mondo è pieno di potenziali rotariani, ce ne sono molti che mi stanno ascoltando. Amico mio, se tu hai nel cuore amore per il prossimo, tu sei un potenziale rotariano”.

Paul Harris — Convention di Boston 1933

Sono passati ormai dieci anni da quel pomeriggio in cui il fondatore del nostro club, Vincenzo, ospitò, presso la sua bellissima abitazione, i primi potenziali Soci di quello che, di lì a poco, divenne il Rotary Club Parma Farnese.

 Da allora, sono trascorsi 10 anni di attività rotariana attuata in atmosfera di vera amicizia, fiducia reciproca e tolleranza. Se dovessi dare una definizione, direi che “ il nostro sia un Club di amici che riesce a condividere un tragitto di lungo periodo”.  E questo in perfetta sintonia con quanto affermava Paul Harris:

“L’amicizia è stata la roccia sulla quale è stato costruito il Rotary, la tolleranza è ciò che lo tiene unito”.

Festeggiare quest’anniversario significa fare una prima verifica di ciò che è stato compiuto nel decennio. Il bilancio del nostro Club è senz’altro positivo in quanto ha raggiunto un indubbio radicamento nel territorio e una pluralità di azioni nel campo sociale, primeggiando in diversi service. Sono stati anni di attività e impegno verso il territorio e la popolazione con un susseguirsi d’interventi verso i più deboli e bisognosi, d’iniziative di tutela dei beni storici e paesaggistici, di promozione della cultura e dell’interesse pubblico.

Mi sono interrogato più di una volta su quali siano le motivazioni che ci fanno rimanere legati al nostro Club e, più in generale, al Rotary. Ebbene, per quanto mi riguarda, due sono le principali: “l’orgoglio dell’appartenenza” e “l’amicizia”.

Orgoglio di appartenere a un’Associazione che, creata nel lontano 1905 a Chicago da un pugno di galantuomini benpensanti, ha saputo non sopravvivere, ma crescere nel tempo e nel mondo per i valori che diffonde: integrità morale, valori etici, rispetto delle regole, disponibilità a impegnarsi attivamente nel sociale, tolleranza, che coinvolgono, condizionano, indirizzano vita e azioni rotariane. Oggi il Rotary annovera ben più di un milione di soci, con circa 35.000 Club che coprono otre 200 tra Nazioni e Aree territoriali. Siamo i più capaci, non per insulsa autocelebrazione, ma perché lo riconoscono le più accreditate organizzazioni umanitarie mondiali che chiedono la nostra collaborazione al fine di conseguire risultati ben maggiori di quelli che ciascuna otterrebbe se agisse individualmente.

Anche noi, nel nostro piccolo, come Club Parma Farnese, siamo stati granitici a credere nella necessità di rendere disponibili per la comunità le nostre capacità umane e professionali, non in un’ottica di sterile filantropia, ma progettando e aiutando a realizzare progetti. 

L’orgoglio dell’appartenenza deriva perciò dall’oggettiva considerazione di essere un ingranaggio, per quanto piccolo possa apparire, che opera, in vari settori, con uno slancio di vitalità globale. 

Il secondo è il tema dell’amicizia che rappresenta un valore aggiunto per il conseguimento di ogni fine comune, questo non solo all’interno del nostro Club ma anche nei rapporti con le analoghe realtà con cui è dato di rapportarci. 

Che cosa sarà il nostro Club fra cent’anni nessuno può saperlo, ma credo che, sicuramente, vivrà. E, se vivrà, crescerà. Il valore del Rotary e il suo scopo giacciono nell’attività futura più che nelle prestazioni passate. Il Rotary è, ed è sempre stato, un po’ in anticipo sulle tendenze del tempo. 

Moltissimi cambiamenti si stanno verificando nella nostra Società, molti dei quali indipendenti dalla nostra volontà. Il Rotary può semplicemente o continuare a essere un pioniere o essere lasciato indietro dal progresso. Penso che in questa semplice riflessione ci sia materiale su cui concentrarci in occasione di questo importante compleanno del nostro Club. Di certo chi l’ha fondato e tutti noi Soci che l’abbiamo fatto vivere per questi primi dieci anni, abbiamo lavorato con la logica di far crescere il club assicurandogli anni di vita.  

Ritengo che l’impegno che ciascuno di noi debba assumersi per i prossimi anni sia quello di costruire un Rotary ancora più dinamico, in modo che un numero sempre maggiore di Rotariani, Rotaractiani e altri membri della nostra famiglia Rotary possano mettersi al servizio del mondo meglio di prima.

Il nostro impegno dovrà quindi essere volto al sostegno del Club e all’aumento del numero di Soci, migliorando il loro coinvolgimento e ampliando la nostra portata nel servizio alle comunità.

Dobbiamo essere in grado di comprendere la necessità di attrarre professionisti con provenienze culturali diverse, intercettare nella comunità in cui operiamo i ruoli e le professioni che non sono rappresentati nel Club, aprirci alle nuove dinamiche della società, intravedere nei giovani che hanno iniziato con successo il loro percorso professionale i leader Rotariani del futuro. 

Paul Harris aveva solo 36 anni quando nel 1905 a Chicago gettò le basi della grande organizzazione che è il Rotary oggi.

Pilastri del nuovo piano strategico del nostro Club dovranno quindi essere l’innovazione e la flessibilità; l’innovazione dovrà assumere vari aspetti, attraverso la consapevolezza di un cambiamento positivo e l’adattamento alle esigenze delle nuove realtà e anche attraverso l’implementazione delle moderne tecnologie e delle piattaforme online al servizio dei Soci.

Per attrarre le nuove generazioni, sempre nel solco dei nostri valori e della nostra storia, è necessario pensare a nuovi modelli di Club, più flessibili, adattabili alle esigenze di una società in rapido e continuo cambiamento, che offrano esperienze alternative e innovative di riunione e, soprattutto, opportunità di coinvolgimento e di servizio attivo.

Fondamentale quindi la necessità di tenere “lo sguardo dritto e aperto nel futuro” e il richiamo all’ottimismo, alla concretezza e alla voglia di fare particolarmente importante in un giorno di festa e di celebrazione.  

Buon Compleanno Parma Farnese!!


Pietro Trascinelli

Il Distretto

Il Distretto

Leave review
Read More
Cariche Rotary

Cariche Rotary

Leave review
Read More
Presidente 2020 - 2021 Susan Ebrahimi

Presidente 2020 - 2021 Susan Ebrahimi

Leave review
Read More
Paul Harris Fellow - Claudio e Simonetta Reverberi

Paul Harris Fellow - Claudio e Simonetta Reverberi

Leave review
Read More
Rita Sinatra

Rita Sinatra

Leave review
Read More
Mario Ghillani

Mario Ghillani

Leave review
Read More
Silvana Vitali

Silvana Vitali

Leave review
Read More
Riccardo Ceni

Riccardo Ceni

Leave review
Read More
Marco Gualazzini

Marco Gualazzini

Leave review
Read More
Marco Ettorre

Marco Ettorre

Leave review
Read More
Antonio Procopio

Antonio Procopio

Leave review
Read More
Stefano Folzani

Stefano Folzani

Leave review
Read More
Gabriele Gherri

Gabriele Gherri

Leave review
Read More
Franco Bernini

Franco Bernini

Leave review
Read More
Una Risorsa Spesso inesplorata: il Rotaract

Una Risorsa Spesso inesplorata: il Rotaract

Leave review
Read More
Un anno di grandi soddisfazioni

Un anno di grandi soddisfazioni

Leave review
Read More
10 Anni insieme

10 Anni insieme

Leave review
Read More
I Valori del Club Parma Farnese

I Valori del Club Parma Farnese

Leave review
Read More
Amburgo 2019

Amburgo 2019

Leave review
Read More
Armando Caroli

Armando Caroli

Leave review
Read More